Select Page

La Cina riabilita il gioco del golf

La Cina riabilita il gioco del golf

In Cina i green tornano calpestabili, un decreto permette di praticarlo ai tesserati del partito comunista. Negli anni passati questo sport non era assolutamente ben visto dal Comitato centrale del partito, non solo perchè considerato uno “sport borghese” ma anche perchè i campi da golf potevano essere luogo d’incontro per “affari sporchi”.

Già dai tempi di Mao ero state vietate diverse discipline sportive tra cui l’automobilismo, il tennis,
il pugilato inglese che negli anni sono state liberalizzate. Solo il golf restava proibito per gli 85 milioni di iscritti al partito nel contesto della “lotta alla corruzione”.

Ora un articolo comparso sul bollettino ufficiale dell’Agenzia anticorruzione, facendo riferimento all’art. 87 del regolamento disciplinare del Pc, precisa che “non c’è nulla di giusto o sbagliato nel giocare a golf” e gli iscritti possono farlo tranquillamente “purché se lo paghino di tasca propria e non con denaro pubblico”.

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

StyleGolf

Golf Club

Partners

Pin It on Pinterest