Select Page

FRANCESCO MOLINARI NELLA STORIA: HA VINTO L’OPEN CHAMPIONSHIP

FRANCESCO MOLINARI NELLA STORIA: HA VINTO L’OPEN CHAMPIONSHIP

Con uno straordinario finale ha lasciato a due colpi Rose, McIlroy, Kisner e Schauffele. Sesto WoodsCon la vittoria è salito al sesto posto nel world ranking

 

Uno straordinario Francesco Molinari è entrato nella storia del golf. Il torinese ha vinto con 276 (70 72 65 69, -8) colpi il 147° Open Championship primo italiano a imporsi in un major. Sul difficile percorso del Carnoustie Golf Links (par 71), a Carnoustie in Scozia, con un giro finale praticamente perfetto in 69 (-2) colpi ha avuto ragione di campioni quali Justin Rose e Rory McIlroy (278, -6), secondi a due colpi insieme a Kevin Kisner e al giovane Xander Schauffele, ultimo ad arrendersi alla strapotenza dell’azzurro, che nelle 36 buche conclusive ha realizzato otto birdie senza bogey. Schauffele alla partenza era leader insieme a Kisner e a Jordan Spieth, con tre colpi di vantaggio su Molinari, che li ha annullati già prima di metà tracciato.

L’azzurro ha giocato con Tiger Woods (sesto con 279, -5), apparso all’altezza dei suoi momento migliori, ma anche lui dopo aver esercitato una leggera prevalenza nelle prime buche, in cui è andato al comando da solo, ha poi subito il gioco perfetto in ogni parte del campo e in particolare sul green dell’azzurro.

E’ la terza vittoria stagionale di Molinari che si è imposto anche nel BMW PGA Championship (European Tour) e nel Quicken Loans (PGA Tour). Nelle ultime sei gare giocate ha ottenuto tre successi e due secondi posti con un rendimento che nessun altro campione in questo momento può vantare.

Insieme alla Claret Jug Molinari ha ricevuto un assegno di 1.890.000 dollari (E. 1.625.387) su un montepremi di 10.250.000 dollari (circa 8.769.000 euro).

LE INTERVISTE

“Vedere il mio nome sulla Claret Jug con i migliori golfisti al mondo è un’emozione incredibile. Sono orgoglioso per quanto ho fatto oggi e in tutta la settimana”. L’eccezionale impresa di Carnoustie ha definitivamente proiettato Francesco Molinari nel gotha del golf, in una dimensione che solo i veri campioni possono raggiungere. La testimonianza più immediata è il salto dal 15° al sesto posto nel world ranking, la posizione più alta che abbia raggiunto.

“Questo successo è molto importante per il golf italiano e mi auguro che oggi tanti ragazzi abbiano seguito la gara davanti al televisore, perché questa vittoria possa essere d’ispirazione per loro come lo fu per me il secondo posto di Costantino Rocca nell’Open del 1995. Quel giorno, davanti alla TV con la mia famiglia, mi emozionai e piansi quando fu sconfitto da John Daly”.

“Che settimana! Non la dimenticherò più. Nel giro finale ero tranquillo, come lo si può essere quando si stanno giocando le buche conclusive di un major insieme a Tiger Woods, ma mi sentivo pronto per questo. Certo effettuare gli ultimi due giri senza bogey in un percorso bestiale è stato qualcosa di pazzesco”.

“E’ stata una lotta dura – ha concluso Molinari congratulandosi con i quattro giocatori che sono arrivati secondi – ma può esserci un solo vincitore e questa volta sono stato io”.

Le dichiarazioni di Franco Chimenti – La grande gioia e l’entusiasmo di tutta la Federazione Italiana Golf per un successo che gratifica l’intero movimento è stata poi riassunta dalle parole di Franco Chimenti, vice presidente vicario de CONI e Presidente della Federazione Italiana Golf, che ha così commentato: “Quella compiuta da Francesco Molinari è un’impresa leggendaria. Vincere l’Open Championship, il major più antico del golf, è un qualcosa di unico. Sono certo che presto diventerà il più forte giocatore al mondo e che vincerà le Olimpiadi di Tokyo nel 2020. E’ troppo più forte degli altri e adesso che ha acquisito sicurezza col putter nessuno può più fermarlo. Questo è un trionfo fondamentale per ‘Chicco’ anche in vista della Ryder Cup 2022: un appuntamento storico per il golf italiano”.

I complimenti del Presidente CONI Malagò – Tra i primi a complimentarsi con Molinari il Presidente del CONI Giovanni Malagò. In un tweet, dopo aver definito Francesco Molinari “stratosferico” per il titolo conseguito, ha poi aggiunto: “A lui e al golf italiano, in grandissima crescita, i complimenti per questo primato storico in un torneo dello Slam!”

Tra i tanti i tweet indirizzati a Francesco dai giocatori del circuito, personaggi del mondo dello sport e dello spettacolo, spicca in particolare quello di Thomas Bjorn, capitano europeo alla prossima Ryder Cup (Francia, settembre 2018). Fonte FederGolf.it

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

StyleGolf

Golf Club

Partners

Ciao hai bisogno di aiuto? Come posso aiutarti?
Send via WhatsApp

Pin It on Pinterest