Select Page

Francesco Molinari ci sarà per il triplete all’Open d’Italia

Francesco Molinari ci sarà per il triplete all’Open d’Italia

Dopo i successi del 2006 e del 2016, il torinese proverà a diventare il primo italiano a conquistare tre edizioni del torneo “di casa”. Novità: quest’ano si paga il biglietto “perché lo spettacolo ha un prezzo”

Francesco Molinari parteciperà al 75° Open d’Italia, secondo degli otto eventi stagionali delle Rolex Series dell’European Tour, in programma al Gardagolf Country Club di Soiano del Lago (BS) dal 31 maggio al 3 giugno, con la Pro Am il 30 maggio. Il torneo, punta di diamante del Progetto Ryder Cup 2022, metterà in palio per il secondo anno consecutivo 7 milioni di dollari, montepremi che conserverà fino al 2027. La massima manifestazione nazionale di golf, che per la prima volta si svolgerà la settimana successiva al prestigioso Bmw Pga Championship di Wentworth, tornerà per il quarto anno consecutivo in Lombardia dopo le tre edizioni al Golf Club Milano, dove nel 2017 è stato registrato il nuovo record di spettatori con 73.000 presenze in quattro giorni di gara. Per il Gardagolf Country Club sarà la terza edizione dopo quelle del 1997 e del 2003.
IL CAST — Scenderanno in campo top player di livello mondiale per una settimana che, come da tradizione, abbinerà l’aspetto agonistico alla promozione del golf. Francesco Molinari, vincitore di due edizioni dell’Open d’Italia (nel 2006 al GC Castello di Tolcinasco e nel 2016 al GC Milano), andrà a caccia del terzo successo, impresa mai riuscita a un italiano: “Due vittorie davanti al proprio pubblico rappresentano qualcosa di veramente speciale, ma la terza lo sarebbe ancora di più” ha dichiarato il n° 25 del world ranking. “L’anno scorso penso di aver difeso il titolo in maniera onorevole, anche se nel round finale non è bastato. Quest’anno dovrò prendere le misure a un nuovo percorso, ma sono sicuro che sarà altrettanto stimolante”.
IL PERCORSO — “Non gioco da molto tempo al Gardagolf, che invece è la casa golfistica di Matteo Manassero e Nino Bertasio. Sarà il mio secondo Open d’Italia su quel percorso, visto che partecipai all’edizione 2003 come amateur. E’ un ottimo campo, piuttosto collinare, inserito in un parco con uno splendido scenario avendo accanto il lago”.
SI PAGA — Gian Paolo Montali, direttore del progetto Ryder Cup 2022, nel presentare l’Open, ha anche spiegato che fra le novità ci sarà anche un biglietto da pagare. “Perché lo spettacolo ha un prezzo. Di comune accordo con l’advisor Infront, detentore dei diritti di ticketing, la Federazione ha deciso d’intraprendere questa politica. In tutto il mondo le grandi competizioni sportive hanno un biglietto d’ingresso. Eppure l’Italia continua a distinguersi per le sue iniziative. Presto sveleremo tutte le novità con pacchetti e abbonamenti speciali. Posso però già rivelare che tutti i tesserati e gli Under 14 potranno assistere al torneo gratuitamente. Non solo. Avranno anche il vantaggio di ricevere 2 green fee per giocare gratis al Golf Nazionale di Sutri e al Golf del Ducato di Parma, circolo nel quale potranno anche contare su un kit di benvenuto”.

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

StyleGolf

Golf Club

Partners

Pin It on Pinterest