Select Page

Anna Zanusso domina nell’Annika Invitational in Svezia

Anna Zanusso domina nell’Annika Invitational in Svezia

Anna Zanusso ha vinto con 209 (69 74 66, -7) colpi l’Annika Invitational Europe,  prestigioso torneo giovanile disputato sul percorso del Royal Drottningholm Golf Club (par 72) a Drottningholm in Svezia. Con una grande prestazione nel giro finale ha superato di tre colpi la svedese Ingrid Lindblad (212, -4) e di ben sei la norvegese Franziska Super (215, -1), leader dopo due turni. Quarta con 216 (par) la svizzera Elena Moosmann e quinta con 218 (+2) l’inglese Euphemie Rhodes.

Il trionfo azzurro è stato completato dal decimo posto con 226 (+10) di Virginia Bossi (78 77 71) e di Maria Vittoria Corbi (76 72 78). Più indietro Alessia Gaido, 27ª con 233 (83 75 75, +17), e Tasa Torbica, 74ª con 256 (95 83 78, +40).

Anna Zanusso, 18enne di Castelfranco Veneto, portacolori di Ca’ Amata, ha ottenuto il suo primo successo in campo internazionale e il quinto stagionale degli azzurri dopo quelli di Stefano Mazzoli (Wexford Plantation Intercollegiate, Usa), di Andrea Romano (Internazionali d’Italia e Internazionali di Francia) e di Charlotte Cattaneo (Chantilly International U14 Trophy). Una testimonianza della vitalità del golf italiano a tutti i livelli d’età. Merito delle qualità dei ragazzi, del lavoro dei loro maestri e di quello dello staff tecnico azzurro che li pone in grado di esprimere al meglio le loro potenzialità.

Seconda a due colpi dalla Super, la Zanusso ha iniziato il giro conclusivo con due bogey, ma ha reagito prontamente. Ha ceduto la leader e l’avversaria da battere è divenuta la Lindblad, che ha infilato cinque birdie senza bogey per il 67 (-5). L’azzurra, però, ha iniziato una progressione inarrestabile e ha messo alle corde l’avversaria sorpassandola con otto birdie in tredici buche, gli ultimi determinanti sulle quattro conclusive.

“E’ stata una settimana fantastica” ha detto la vincitrice. “Nella prima giornata ero un po’ nervosa per le condizioni avverse del tempo con parecchio vento, ma fortunatamente ho giocato bene e ho preso fiducia. Il secondo turno è stato più difficoltoso, poiché sono rinvenute le mie avversarie e ho anche perso la prima posizione. Non mi sono demoralizzata, però, neanche dopo l’inizio poco favorevole del terzo. Mi sono resa rapidamente consapevole che avrei dovuto fare una sorta di match play con Ingrid Lindblad e tale è stato. Decisivi i quattro birdie di fila finali e con una “hole in one” sfiorata alla buca 18. E’ stato il colpo della giornata e solo in quel momento ho realizzato di aver vinto. Per questo successo debbo ringraziare tutto lo staff della nazionale, il mio coach, gli sponsor, il nostro capitano Stefano Sardi, le compagne di squadra che mi hanno sostenuto in ogni momento e, in particolare, la mia famiglia, che mi è stata molto vicina, nonostante non fosse qui”.

Tra le vittorie della veneta, da tempo nel giro azzurro, quelle nel Città di Castelfranco (2018), nel Trofeo Lolli Ghetti, nell’Asolo Hills Classic e nell’US Kids Venice Open (2016). Ha accompagnato il team azzurro Stefano Sardi

L’Annika Invitational è uno dei tornei organizzati in vari continenti dalla Annika Foundation di cui è promotrice la grande campionessa svedese Annika Sorenstam, ritiratasi dalle scene agonistiche nel 2008 dopo essere stata ai vertici mondiali per oltre un decennio e aver vinto 72 gare nel LPGA Tour (con dieci major), 14 nel LET, quattro nel circuito australiano, due in quello giapponese e tre eventi a squadre, compresa la World Cup (2006). Fonte FederGolf.it

Nella foto: la premiazione di Anna Zanusso. Al suo fianco, a sinistra, in tuta bianca, la campionessa Annika Sorenstam

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

StyleGolf

Golf Club

Partners

Ciao hai bisogno di aiuto? Come posso aiutarti?
Send via WhatsApp

Pin It on Pinterest